piccola londra roma Flaminio
Lazio

La Piccola Londra di Roma: a spasso nel Quartiere Flaminio

Vivo da sempre a Roma, ma ogni volta questa città è in grado di regalarmi nuove sorprese. Mi basta passeggiare per le sue vie per trovare e scoprire nuovi angoli, palazzi, piazze e vicoli che mi lasciano incantata. 

Proprio come mi è capitato facendo due passi nel Quartiere Flaminio: qui, tra Viale del Vignola e Via Flaminia, tra locali, palazzoni e traffico cittadino, si nasconde un vialetto pedonale privato, lungo circa 200 metri, chiuso al traffico e delimitato da due cancelli. Chi ha la fortuna di trovarli aperti, può ritrovarsi per qualche minuto Oltremanica e fare quattro passi nella capitale britannica.

piccola Londra a roma nel Quartiere Flaminio _ lavaligiadigio _ colori

Si chiama via Bernardo Celentano, ma è più nota come il Vicoletto del Flaminio o la “Piccola Londra” e il motivo è presto detto: lungo il vialetto si affiancano infatti tante villette in stile old england, con facciate variopinte e caratterizzate da ingressi con scale in pietra, portoni in legno e cancelletti in ferro. 

Se non fosse per i sanpietrini in terra, sembrerebbe proprio di stare a Notting Hill o in qualche stradina di Londra.

In ogni caso, sono rimasta incantata dal susseguirsi dei colori, dalla simmetria, dai giochi di luce. Dai gatti che camminavano indisturbati passando da un giardinetto all’altro.

Come nasce la Piccola Londra

La Piccola Londra romana venne progettata dall’architetto Quadrio Pirani ad inizio Novecento, quando nel 1909 il sindaco di Roma Ernesto Nathan, anglo-italiano, fece approvare un piano regolatore per cui i fabbricati non dovevano essere più alti di 24 metri, i villini non superare i 2 piani e dovevano avere piccoli cancelli di ferro.
Quadrio Pirani prese alla lettera queste indicazioni e la stradina residenziale venne inizialmente destinata ad alloggi di alti funzionari e burocrati. Evidentemente gli edifici in stile liberty inglese non oltrepassarono via Bernando Celentano, che rimane così un esempio unico e raro.

piccola Londra a roma nel Quartiere Flaminio

Vicino alla Piccola Londra: Piazza Perin Del Vaga

A pochi passi dalla Piccola Londra, c’è anche un altro scorcio tutto da scoprire: si tratta di Piazza Perin del Vaga, una piazza ellittica pedonalizzata. A vederla la prima volta, sembra un teatro con una quinta allineata formata dal caseggiato delle case popolari. La piazza è infatti delimitata dal complesso edilizio Istituto Case Popolari Flaminio II. Il palazzo al centro è quello principale, riconoscibile anche per la lapide all’ingresso, che ricorda l’inizio dei lavori del complesso nel 1925.

Varcando le grandi cancellate si può passeggiare nel caratteristico giardino su cui si affacciano le finestre degli appartamenti. Ad adornare la piazza inoltre ci sono due fontane di travertino con i delfini, realizzate probabilmente insieme al complesso intorno al 1926. 

Piazza Perin del vaga - ICP Flaminio

E così, nell’inarrestabile progredire di forme e architetture, la Città Eterna conserva tracce del suo variegato passato ed entrare in stradine come Via Bernardo Celentano, la Piccola Londra, o sedersi su una panchina di Piazza Perin del Vaga è una veloce incursione in un’altra dimensione dove dare sfogo al sogno e alla fantasia lontani dal frastuono quotidiano.

piccola Londra a roma nel Quartiere Flaminio _ lavaligiadigio

Giorgia. Giornalista, blogger, ambientalista. Testa rossa, sempre. Amo i viaggi, la fotografia e la tecnologia. Nel mio zaino ci sono Arturo e Gertrude, due gufi che si amano e che mi accompagnano ad esplorare il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *