ricetta gyoza - ingrendienti e preparazione
Vivere di gusto

Gyoza: i ravioli giapponesi che sanno di leggerezza

Prima di iniziare a scrivere la ricetta dei Gyoza, ho ripreso in mano Iro Iro – l’interessante saggio sul Giappone scritto da Giorgio Amitrano (uno dei massimi nipponisti italiani) – e come al solito sono andata a cercare le parti che avevo sottolineato.

Ho trovato questo pensiero della scrittrice Banana Yoshimoto.

“La felicità, e le cose che le assomigliano, secondo me sono esattamente come le uova. Sappiamo che sono preziose, ma se uno le stringe un po’ troppo forte si rompono, e se si impegna a toccarle con la massima delicatezza, usarle diventa uno stress. Perciò, come affermano migliaia di persone di ogni epoca e in ogni parte del mondo, il metodo migliore per trattare la felicità è sicuramente quello della casalinga con le uova che, messa la confezione nel cestino della bicicletta insieme alla spesa, torna a casa pedalando veloce senza pensieri. Se una volta a casa scopre che due o tre uova si sono rotte, dice: «Accidenti, guarda che ho combinato. Beh, pazienza le ricompro». Insomma, non se la prende più di tanto, e usa quelle rimaste intatte. Ecco, questo mi sembra l’atteggiamento migliore”.

Mi ha richiamato alla mente la stessa sensazione di leggerezza che ho provato cucinando i Gyoza, famosi ravioli giapponesi (ma di origine cinese) che, insieme al sushi e al ramen, formano la triade perfetta della cucina nipponica.

ricetta gyoza - impiattamento

I Gyoza: come gustarli

I Gyoza è facile trovarli nei tipici pub giapponesi (izakaya) o tra le proposte dei numerosi ramen bar come accompagnamento di bollenti ciotole di tagliolini in brodo.

La caratteristica che distingue i Gyoza si trova nel loro particolare impasto, elastico e sottile, e nel tipo di cottura che incrocia una fugace frittura con una altrettanto rapida sbollentata.

Quanto al ripieno, la versione tradizionale vuole un mix di carne di maiale, cipollotto verde, cavolo e zenzero, ma non mancano varianti vegetariane che possono spaziare tra infiniti abbinamenti. Io ho utilizzato un ripieno a base di carote, pisellini, curcuma, zenzero e parmigiano: ricordate che, quali che siano gli ingredienti che sceglierete, dovrete comunque mantenere una consistenza asciutta e compatta.

Serviteli ancora caldi con della salsa di soia e accompagnate con un bel piatto di noodles o una ricca ciotola di riso bianco.

Ricetta dei Gyoza: ingredienti e preparazione

Ecco la ricetta dei Gyoza, per prepararli facilmente anche a casa.
Gli ingredienti che vi serviranno sono:

Per l’impasto

  • 200 gr. di farina “00”
  • 70 ml. di acqua tiepida
  • un pizzico di sale

Per il ripieno

  • 150 gr. di carote
  • 150 gr. di pisellini
  • parmigiano grattugiato (q.b.)
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
ricetta gyoza - procedimento

Ed ecco il procedimento per preparare i Gyoza.

  1. In una ciotola setacciate la farina, aggiungete un pizzico di sale e unite poco alla volta l’acqua continuando a mescolare con le mani.
  2. Lavorate l’impasto per 10 minuti fino a che non otterrete una palla liscia e omogenea. La consistenza dovrà essere elastica e non collosa.
  3. Coprite il panetto con un panno umido e lasciate riposare per circa un’ora a temperatura ambiente.
  4. Dedicatevi al ripieno: tritate grossolanamente le carote e fatele saltare in padella insieme ai pisellini. Unite le spezie, il parmigiano e fate insaporire.
  5. Prendete l’impasto, lavoratelo con le mani in modo da creare un lungo filoncino e tagliatelo in piccole parti (come se doveste formare degli gnocchi).
  6. Formate dei dischetti molto sottili e posizionate al centro un cucchiaino di ripieno.
  7. Ripiegate su loro stesse le estremità del dischetto in modo da creare dei bordi un po’ più spessi, sigillateli tra loro premendo con i rebbi di una forchetta e formate i ravioli. Mano a mano che saranno pronti, lasciateli su un foglio di carta forno, così che non si attacchino.
  8. In una wok (o padella antiaderente) fate scaldare un filo d’olio e mettete i Gyoza ben distanziati tra loro. Lasciateli dorare senza toccarli per circa 10 minuti. Aggiungete un bicchiere d’acqua, chiudete con un coperchio e proseguite la cottura per altri 10 minuti fino a che non sarà completamente cotti.
  9. Servite i Gyoza ben caldi insieme alla salsa di soia e buon appetito!
ricetta gyoza - mangiare - giapponese

2 Comments

  • Anna

    Fantastico! Ho un libro di ricette giapponesi che contiene quella dei gyoza, ma non ci sono spiegazioni su come fare la pasta 😕 mi salvo al volo questo post!

    • Alessia Dalla Massara - Vivere di Gusto

      Bene, sono contenta che questo articolo ti sia utile! Se provi a farli fammi sapere come ti sono venuti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *