quaderni da viaggio green
Libri,  Viaggiare green

Quaderni da viaggio green da mettere in valigia: si parte con Konobooks

Una cosa per me imprescindibile, prima ancora di cominciare a fare la valigia, è preparare il programma del viaggio. O meglio, appuntare tutto il possibile sul mio quaderno da viaggio, così da arrivare sul luogo il più preparata possibile! Quaderni dove scrivo, cancello, riscrivo e che metto nello zaino per tutta la durata del viaggio, per aggiungere appunti, conservare biglietti di ingresso ai musei, incollare le mie polaroid. 

Ma come sapete, nei miei viaggi cerco di metterci sempre tanta attenzione all’ambiente: il quaderno da viaggio non può che essere sostenibile!

Quest’anno il mio quaderno da viaggio green sarà davvero speciale: si tratta di un taccuino Konobooks, un nuovo brand di prodotti ecosostenibili nato nel 2020, durante la prima quarantena, in Sardegna.

A crearlo è Stefano Figus, un Visual designer che, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, poco più di un anno fa ha scelto di investire in un progetto unico: “Come designer ho una grande responsabilità, perché il designer è colui che non solo disegna il prodotto ma ne sceglie materiali e lavorazioni. Cosi ecco l’idea di creare prodotti di cancelleria ecosostenibili e sensibilizzare le persone a fare acquisti alternativi”.

quaderno da viaggio green sostenibile konobooks

Quaderno da viaggio green realizzato con…i kiwi!

L’ecosostenibilità è dunque la filosofia che guida Konobooks: tutti i taccuini sono realizzati in 100% carta riciclata e sono 100% riciclabili, poiché non hanno nessuna plastificazione nella copertina. La carta, inoltre, è certificata e proviene da foreste gestite in modo etico e sostenibile. 

Ma c’è di più: c’è un quaderno da viaggio green che più verde non si può: dalla copertina alle pagine, non potrebbe essere altrimenti, poiché è stato realizzato con gli scarti del kiwi. 

Un progetto che avrà anche uno sviluppo: “Ci sono in cantiere altri 2 taccuini con altri sotto-prodotti dell’industria”, mi anticipa Stefano. E io non posso che sperare che sia con gli scarti della pesca, perché credo che verrebbe fuori un’accoppiata perfetta con il quaderno kiwi, in termini di colori!

quaderno da viaggio green sostenibile kiwi konobooks

Quaderni sostenibili: come si creano? 

Lo ho chiesto proprio a Stefano. 

“Creare prodotti di cancelleria green significa per me, progettare in modo sostenibile e responsabile tutte le fasi di vita del prodotto: 

1 – Ricerca e Scelta delle materie prime alternative e rinnovabili come nel nostro caso la carta riciclata, che invece di sfruttare altre risorse naturali (gli alberi) utilizza il recupero di materie riciclate o, quando non è possibile, carta certificata che garantisce che i materiali provenienti da alberi sono stati recuperati da foreste gestite in modo etico.  

2 – Produzione: non solo materiali ma anche la produzione può impattare sull’ambiente. Ci preoccupiamo che la produzione utilizzi “energia green” proveniente da risorse rinnovabili e inoltre organizziamo cicli di produzione scalabili in modo da evitare gli sprechi. 

3 – Logistica: utilizziamo imballaggi di carta e cartone riciclato evitando materie plastiche. 

4 – Riciclabilità: i materiali una volta terminati, possono essere riciclati nella carta per dare vita nuova ad altri materiali e allungare il loro ciclo di vita”.

quaderno da viaggio green sostenibile konobooks

Come se non bastasse, a rendere ancora più “verde” questi quaderni c’è KonoGardens: “Il 10% delle vendite viene destinato ad un progetto per il rimboschimento di aree sensibili del mondo, piantando nuovi alberi e dando lavoro a contadini locali. Il progetto è al principio, ma abbiamo come obiettivo di piantare i primi 100 alberi entro il 2022”. 

Insomma, se state cercando il prossimo taccuino da viaggio, fate un salto su Konobooks: troverete senza dubbio il quaderno sostenibile che fa per voi!

Giorgia. Giornalista, blogger, ambientalista. Testa rossa, sempre. Amo i viaggi, la fotografia e la tecnologia. Nel mio zaino ci sono Arturo e Gertrude, due gufi che si amano e che mi accompagnano ad esplorare il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *